“La classe delle signore” di Miriam

Venerdì 15 giugno
teatro Municipale , ore 20.30
“Soireé en blanc”

Succede che alla danza si mescolino parole, parole belle che a volte completano la musica e l’armonia della danza. Succede che la nostra Stagnotta Miriam sia stata invitata alla “Soireé en blanc”, il saggio di fine anno dell’Accademia di Danza “Domenichino da Piacenza” per presentare il progetto LA CLASSE DELLE SIGNORE.

E così nasce un testo poetico e musicale che Miriam reciterà questa sera sul palco del Municipale, per raccontare la magia nata tra un gruppo di signore che smessi i panni di moglie-mamma-lavoratrice gioca con scarpette, tutù e brillantini…

scarica la locandina: Poster A3

***********

LA CLASSE DELLE SIGNORE
Arrivano di corsa….sono riuscite a collocare figli , mariti , genitori anziani e perfino il cane, qualcuna di loro è riuscita a preparare anche la cena . E’ quasi scontato che prima pensano agli altri e solo quando tutto è al posto giusto pensano a se stesse.
Ed eccole nello spogliatoio a discorrere come solo le donne sanno fare , si scambiano consigli , cortesie e sonore risate che altro non fanno che introdurre un suggestivo momento solo per loro.
Si tolgono gli abiti da moglie ,mamma o semplicemente i vestiti della quotidianità per indossare calzamaglia e scarpette, impugnano la sbarra e finalmente danno voce al loro corpo che sentono piano piano addolcirsi .
Cosi tra un “pliè “ ed una “schiena bella “ come dice la maestra Elisabetta alleggeriscono non solo il loro corpo ma anche i loro animi, estraniandosi da tutto e da tutti.
Diventano più belle di quello che non sono già… Si lasciano cullare dalla musica e dalla dolcezza di chi ha creduto in loro e perché no anche da un pizzico di malizia ; un miscuglio di circostanze che crea un mazzo di donne allegre che lasciano correre tra di loro un’assoluta buona energia.
Ma non si sono fermate qui….oltre alle scarpette hanno indossato tutù , scialli e coroncine, impugnato ventagli e tamburelli ed hanno realizzato un calendario. E allora si che sono tornate bambine giocando a travestirsi, truccarsi in un turbinio di tulle , pizzi , brillantini e scarpe da punta …… . Nascono così scatti a mio parere d’autore , dove tutta quella magia viene colta ,stampata e data in beneficenza.
Tornate nello spogliatoio si rimettono le loro “divise “ della vita e nel rivestirsi si rendono conto di aver realizzato un piccolo segreto ed un grande progetto…
Io non so dove arriverà “la classe delle Signore “, cosi viene chiamata , ma sono certa che loro sono già arrivate dove volevano arrivare e noi non possiamo fare altro che credere in loro, acclamarle e applaudirle .

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Comments are closed.